A proposito di libri

Cose spiegate bene, Il PostIperborea, giugno 2021238 pagineCategoria: Milano-Venezia Orizzonte verticale Cura Libridinoso La natura vegetale della carta è rimasta stampata nei suoi nomi: fogli deriva da foglie, book deriva da beech, che significa faggio, il papiro è una pianta e il liber la parte interna della corteccia. Giacomo Papi Il ladro di libri più “libridinoso” della storiaContinua a leggere “A proposito di libri”

La tarda estate

di Luiz RuffatoLa Nuova Forntiera, 2020240 pagine Categoria: Milano-Venezia Tropicale Ritorni Descrittivo Questi alberi mi hanno vegliato, questo selciato ha accompagnato i miei passi… I muri hanno le orecchie, ma non la bocca. Se l’avessero, racconterebbero del bambino magro che volava per la città con la sua bicicletta Caloi verde, ingoiando il paesaggio. Padrone delContinua a leggere “La tarda estate”

Il muro

di John LanchesterSellerio, 2020285 pagineCategoria: MI-VE Attualissimo Distopico Penetrante Sul Muro fa freddo. È la prima cosa che ti dicono tutti, ed è anche la prima cosa che noti quando ti ci mandano; è la cosa a cui pensi, tutto il tempo, quando ci sei sopra, ed è quella che ricordi quando non sei piùContinua a leggere “Il muro”

Un piede in paradiso

di Ron RashLa Nuova Frontiera, 2021250 pagineCategoria: Milano-Venezia Angolazioni Scomparsa Tempo L’ho guardato nei suoi occhi scuri come melassa. Non sapevo esattamente cosa mi aspettassi di trovarci, forse un barlume di paura alla vista del fucile, forse un barlume di rammarico. Ma qualunque cosa cercassi in quegli occhi scuri, non sono riuscito a trovarla. InContinua a leggere “Un piede in paradiso”

Il tempo e l’acqua

di Andri Snær MagnasonIperborea, 2020333 pagineCategoria: MI-VE Futuro Responsabilità Profondo Quando la prospettiva si allunga il tempo si contrae. Se sono a rischio la mia vita, la mia terra e i miei figli, non ho forse il dovere di capire cosa c’è in gioco? Quali parole, allora, sono capaci di definire il mondo? Anche direContinua a leggere “Il tempo e l’acqua”

La figlia unica

di Guadalupe NettelLa Nuova Frontiera, 2020213 pagine Categoria: MI-VE Donna Maternità Pluralità Vedendoli, mi sono detta che è vero che esiste il destino, ma c’è anche il libero arbitrio, e consiste nel modo in cui prendiamo le cose che ci tocca vivere. «Oggi c’è un ciclo di cinema iraniano, uno di film noir e unoContinua a leggere “La figlia unica”

L’inventore di libri

di Alessandro Marzo MagnoLaterza, 2020207 pagine Categoria: MI-VE Italic Innovazione Editoria Le opere vengono «stampate in formato minimo, affinché con più agio tutti possano tenerle in mano e leggerle» e «perché agevolmente vi possano accompagnare nei viaggi per lunghi che siano». Nessuno dei libri che aveva stampato prima del 1501, sia pur nella loro eleganzaContinua a leggere “L’inventore di libri”

Quando abbiamo smesso di capire il mondo

di Benjamín LabatutAdelphi, 2021180 pagineCategoria: MI-VE Scoperte scientifiche Mondo Umano Era la matematica – non le bombe atomiche, i computer, la guerra biologica o l’apocalisse climatica – che stava cambiando il nostro mondo, al punto che, nel giro di vent’anni al massimo, non saremmo più stati capaci di capire che cosa significa essere umani. DoveContinua a leggere “Quando abbiamo smesso di capire il mondo”

1947

di Elisabeth Åsbrink Iperborea, 2018 314 pagine Bivio Comunità Divenire C’è solo quest’anno, il 1947, in cui tutto si muove in modo vibrante, senza stabilità e senza meta, perché ogni possibilità è ancora aperta. Sto cercando di raccogliere l’anno 1947 in un tutt’uno frantumato. È una follia, ma il tempo non mi da pace. IlContinua a leggere “1947”

Lincoln nel Bardo

di George Saunders Feltrinelli, 2017347 pagine (versione economica)Categoria: MI-VE Onirico Commovente Delicato Tutti soffrivano o avevano sofferto, prima o poi. roger bevin IIIEra la natura delle cose. hans vollmanSebbene all’apparenza sembrasse che ogni persona fosse diversa, non era vero. roger bevin IIIAl cuore di ognuno c’era la sofferenza; la nostra inevitabile fine, le tante perditeContinua a leggere “Lincoln nel Bardo”