Lo stile paranoide nella politica americana

di Richard Hofstadter
Adelphi, 2021
91 pagine
Categoria: PENDOLARE


  • Complotto
  • Paranoide
  • Informazione

A distinguere lo stile paranoide non è, quindi, l’assenza di fatti verificabili … ma piuttosto il curioso salto dell’immaginazione che immancabilmente avviene in qualche punto critico della ricapitolazione degli eventi.

Il suo sforzo di accumulare prove ha anzi la qualità di un atto difensivo che va a chiudere l’apparato ricettivo e lo protegge dal dover ascoltare le fastidiose considerazioni che non rafforzano le sue idee.

Tutti soffriamo la storia, ma il paranoico la soffre doppiamente, perché è afflitto non solo dal mondo reale, come tutti noi, ma anche dalle sue fantasie.


LETTERA APERTA A TUTTI I MIEI CONTATTI COMPLOTTISTI E COSPIRAZIONISTI che da mesi appaiono come lampi nelle mie bacheche social.

Cari, leggete questo libricino.

Per far del bene a tutti (a voi, a chi vi legge, a chi comunque non vi toglie l’amicizia), sotto ogni post rabbioso in cui mi sento accusata di essere “pecora, massa informe, con il prosciutto sugli occhi, cavia o connivente di una grande sperimentazione mondiale”, vorrei replicare consigliando la lettura de Lo stile paranoide nella politica americana.

Scoprirete, leggendo, che le vostre posizioni sono quasi immutate dal 1700. Anche se dotati di Internet, evidentemente non siamo migliorati di molto. Arrivate fino in fondo, leggete le caratteristiche del “paranoide” e inevitabilmente troverete degli aspetti noti. Alcuni esempi? Il nemico è assoluto, pervasivo e domina su tutto e tutti, pochi eroi conoscono la vera verità, la guerra al nemico è totale e furiosa, non ci si potrà accontentare di una vittoria parziale. Le prove definitive mancano sempre, i presunti indizi, invece, fioccano e sono leggibili solo dai pochi eroi.

Gli anti-illuminati erano così. Gli anti-massoni erano così. Gli anti-comunisti erano così.
Ricordo che il nazismo fondò le sue basi sui Protocolli dei Savi di Sion, un falso documento in cui si svelava il piano segreto degli ebrei per conquistare il mondo, già riconosciuto come fake news nel 1921. (Treccani)
Hofstadter fa un excursus di alcuni casi storici e un’analisi lucida e chiara di queste dinamiche complottiste, che si sono ripetute in modo sistematico in diversi momenti.
Era il 1964.

Dunque, cari amici cospirazionisti, non vi toglierò dalle mie reti social – non voglio chiudermi in una visione del mondo calibrata su di me, non credo sia la soluzione; non risponderò ai vostri post per diventare sfogatoio della vostra ira; sappiate però che ogni volta che scrivete su Facebook che finalmente siete arrivati voi a liberarmi, a dirmi la vera verità, a raccontarmi sul serio come stanno le cose dopo aver letto blog strampalati o post eroici di indomiti autori, vi posteri il link per l’acquisto di questo piccolo libro, poche pagine, costo 5€, ma di valore infinito.

Fatevi l’opinione che vi pare, ma per favore scegliete meglio dove informarvi (vale per l’economia, la politica, la pandemia, la guerra, tutto).

So che non cambierete idea, ma avevo proprio voglia di dirvelo.

Con affetto,

Alice

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...